Home Cultura COMICON, dal segreto di Pulcinella a “Il segreto di Liberato”: dibattito sul...

COMICON, dal segreto di Pulcinella a “Il segreto di Liberato”: dibattito sul film al cinema dal 9 maggio

293
Auditorium del Comicon, 25 aprile 2024 (Foto di Valentina Mazzella).

NAPOLI — Dal 2017 una comunissima data come il nove maggio è diventata, da consuetudine tra i fan, una sorta di vero e proprio Liberato Day. Ogni anno questo giorno viene scelto dal misterioso cantante per il lancio di un suo nuovo progetto discografico. Questa volta, invece, la sorpresa cambia registro artistico. Il nove maggio, nelle sale italiane, uscirà un film: “Il segreto di Liberato”. La regia è diretta da Francesco Lettieri. Si tratta di un docufilm con una parte animata realizzata da Lorenzo Ceccotti (l’illustratore più noto con il nome d’arte LRNZ) e Giuseppe Squillaci.

I due sono stati presenti anche al COMICON di Napoli. Giovedì 25 aprile hanno incontrato il pubblico sul palco del Teatro Mediterraneo all’interno della fiera. In sala sono stati proiettati il trailer ufficiale del film e una breve clip di immagini inedite in anteprima. “Il segreto di Liberato” sarà nelle sale italiane soltanto per una settimana. Naturalmente la data attesa è il nove maggio. Alcuni cinema organizzeranno un evento speciale previsto per la mezzanotte tra l’8 e il 9 maggio. Si può immaginare la frenesia dei fan.

Locandina del film.

Sul palco dell’Auditorium del COMICON è stato raccontata un po’ la genesi del progetto cinematografico. Pare sia stato proprio Liberato, tramite social, a contattare gli illustratori per proporre la sua idea. LRNZ rivela quanto in realtà il celebre cantante mascherato abbia un’ottima cultura nerd circa l’animazione e i fumetti. “Potrebbe essere seduto tra il pubblico e noi non lo sapremmo” scherza l’illustratore a un certo punto. “Il segreto di Liberato” rivelerà ai fan l’anima dell’artista, alcuni luoghi della città partenopea da lui più vissuti e avvertiti nell’intimo. Gli spettatori vedranno, grazie all’animazione, un’aspettata versione di Liberato ragazzino. Un ragazzino introverso con il cappuccio e un ciuffo di capelli lunghi sugli occhi.

La verità è che, anche senza mostrare il volto, Liberato ha conquistato tutti. Sicuramente, soprattutto all’inizio, il mistero intorno alla sua identità ha contribuito ad accrescere l’attenzione mediatica sulla sua produzione artistica. Ma oggi, dopo un paio di anni, come lo stesso trailer del film ammette, Liberato è ormai entrato a pieno titolo nell’elenco dei misteri che ammantano la città del Vesuvio: il munaciello, la sirena Partenope, le anime pezzentelle, il sangue di San Gennaro… Dal segreto di Pulcinella siamo approdati al segreto di Liberato. Il merito è senz’altro della sua musica. I suoi testi non rappresentano la solita Napoli decadente. Non parlano di camorra. Liberato disegna una Napoli attuale, moderna, vissuta e condivisa da molti napoletani. Una Napoli che esiste ed è giusto valorizzare nella sua unicità.

Di Valentina Mazzella

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here