Home Sport Pallanuoto, Cus Unime – Zurich Barbato Cesport  7 – 10

Pallanuoto, Cus Unime – Zurich Barbato Cesport  7 – 10

1365

NAPOLI – Splende il sole in casa gialloblù. Maggio inizia nel migliore dei modi e la Sicilia sorride alla squadra di Fabrizio Rossi. La trasferta di Messina si conclude in modo positivo ma non inatteso. Alla vigilia del delicato match si respirava aria di serenità. Capitola sotto i colpi mortiferi della Zurich Barbato Cesport il Cus Unime: 7 – 10 il punteggio finale, frutto di una prestazione meravigliosa e senza fronzoli. Carattere, grinta, equilibrio, intelligenza tattica, repentine controfughe e concretezza in attacco e in difesa hanno permesso al team del patron Giuseppe Esposito di conquistare l’intera posta in palio, tarpando le ali alle iniziative avversarie e stoppando le loro ambizioni in classifica. Quota 38 raggiunta, con +5 il vantaggio sull’Acicastello a due partite al termine della regular season, da disputare tra le mura amiche della Scandone.

Decisivi il secondo e terzo parziale di gara e il pesante break rifilato ai peloritani. Vanno a bersaglio i tiratori scelti Di Carluccio, Andrea D’antonio e Mattiello. Inaugura le marcature la doppietta del mancino Aiello (parato poi il suo tiro di rigore; uguale sorte tocca a Sciubba) e il bomber Femiano bissa da par suo. Bocca di fuoco Ivo Begovic, scatenato e difficile da contenere, top scorer con una pregevole tripletta. Centroboa croato ormai elemento insostituibile per le calottine vomeresi: un gigante che impensierisce gli avversari e colpisce a dovere.

“Oggi tutta la squadra ha giocato benissimo. Secondo me questa è stata una delle nostre migliori performance . Sapevamo che non sarebbe stato facile sia per la piscina all’aperto sia perché i nostri avversari erano galvanizzati dalla vittoria con l’Aqavion, essendo la loro ultima possibilità di raggiungere i play off. Abbiamo condotto noi il match dopo il pareggio iniziale e grazie al break nella terza frazione”. Begovic sempre di più a suo agio con i compagni e con la lingua italiana.

In attesa solamente della matematica certezza……….

di Massimo Santoro

Previous articleUISP: LA GARANZIA DELLO SPORT IN CAMPANIA
Next articleL'ARTE DELLA PIZZA GOURMET IN UN SOLO CORSO: CULTURA DEL CIBO E SAPIENZA ARTIGIANALE.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.